Ebayabuse : è stata la polizia postale a chiudere il sito

"Abbiamo cessato l'erogazione del servizio sul sito eBayabuse - ha spiegato Stefano Cecconi, CEO di Aruba - in quanto ci è stato formalmente richiesto dalla Polizia Postale. Il contratto con i nostri clienti prevede, a tutela sia del diffamante sia del diffamato, che in caso di contenzioso sia possibile interrompere l'erogazione del servizio bloccando la visibilità sul web, il tutto a protezione dei nostri clienti".

Secondo Cecconi quando sussistono "ipotesi di diffamazione" all'interno dei siti ospitati, un hosting provider è tenuto ad agire secondo una precisa deontologia professionale. "Il primo passo da compiere - ha sottolineato - è verificare che effettivamente il sito riporti un contenuto ritenuto diffamatorio per una terza parte e soltanto quando abbiamo questa certezza siamo pronti a compiere il passo successivo, ossia il confronto con il nostro cliente al quale viene richiesta la cancellazione del testo ritenuto diffamatorio. I nostri contratti prevedono espressamente che in caso di contenzioso sia possibile interrompere l'erogazione del servizio, a tutela del cliente e del presunto diffamato".
precedenti :Aruba chiude improvvisamente www.ebayabuse.net

da punto-informatico.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Facebook Twitter RSS