Playstation.com finalmente riapre forse con un rimborso per gli utenti danneggiati dall'attacco hacker

Sony ripristinerà a breve in maniera graduale alcuni servizi online del Playstation Network, dopo lo stop prolungato a causa di un attacco hacker che ha visto il furto dei dati personali di 77 milioni di utenti. Lo ha annunciato oggi la casa giapponese aggiungendo che il sistema di sicurezza dell'infrastruttura online sarà rafforzato e che a tutti gli utenti sarà offerta una selezione di contenuti multimediali da scaricare gratuitamente.

"Ci scusiamo profondamente per il grave disagio arrecato ai nostri utenti", ha dichiarato Kazuo Hirai, numero due di Sony e presidente della divisione videogiochi del gruppo, durante una conferenza stampa organizzata oggi a Tokyo nel quartier generale del colosso dell'elettronica.
L'azienda nipponica, che ha chiesto all'Fbi di indagare sull'incidente, ha ribadito che al momento non ci sono prove che tra i dati personali trafugati vi siano anche i numeri di carta di credito degli utenti, pur non potendo neppure escludere tale possibilità.

Sony potrebbe rimborsare i propri clienti per gli eventuali danni subiti dal furto dei dati del Playstation Network e di Qriocity (film e musica). Lo ha detto il vice presidente Kazuo Hirai, spiegando che Sony potrebbe subire un impatto negativo sui conti, che però non è ancora quantificabile. Il gruppo rimborserà i danni causati dall'utilizzo dei dati relativi alle carte di credito da parte degli hacker che hanno rubato i dati di 77 milioni di clienti. Il network ripartirà entro fine mese.(ansa)
Intanto arriva voce circa le prime truffe con le carte di credito rubate dal Playstation Network che solo da ieri erano all'asta in vendita su siti e forum hacker per una cifra base di partenza di 100mila euro ( all'incirca 2.2 milioni di dati sensibili comprese le carte ).
Il primo utente che ha riportato una sottrazione di denaro dalla sua carta di credito è Rory Spreckley di Adelaide ed è avvenuta nei giorni giorni scorsi, ma solo oggi se ne ha notizia. All'utente Usa del Playstation Network sono stati sottratti 2000 dollari. ... E il caso di Rory Spreckley non è l'unico, ma ne sono già stati segnalati altri anche in Europa e sempre per cifre intorno a 1000-2000 euro. (WebmasterPoint)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Facebook Twitter RSS