Scegliete il vostro browser !? Fate attenzione!

A partire dai primi di marzo, gli utenti Microsoft , sia chi usa XP che Windows Vista e Windows 7 , quindi quasi tutti (restano esclusi gli utenti Linux) si potrebbero trovare improvvisamente di fronte a una schermata di selezione del browser, cioè del programma per navigare su internet, come questa:


L'Unione Europea, nel quadro di procedimenti relativi alla posizione dominante di Windows nel mercato dei sistemi operativi ha concordato con la Microsoft questo tipo di soluzione che , appunto , libererebbe la Microsoft dall'accusa di aver imposto agli utenti Microsoft il suo Browser (IE).  
Sul web, inoltre, è già disponibile il sito Internet Browser Choice, dove viene mostrata un’anteprima di quella che sarà la schermata di scelta.

Una facile scelta?  Non direi , guardate qui :


Qualcuno dice anche che questo evento potrebbe dare ai cybercriminali la possibilità di realizzare delle finte pagine di scelta del browser in grado di dirottare gli utenti verso il download di contenuti pericolosi. Grazie al fatto che diversi milioni di utenti europei saranno consapevoli di veder apparire sul proprio PC una finestra di scelta, essi saranno più propensi a riporre fiducia in un avviso che appaia simile (o addirittura identico) a quello originale e saranno indotti a cliccare senza troppe perplessità: questo meccanismo di sfruttamento della buona fede è proprio la base degli attacchi di social engineering.   

Per essere quanto più prudenti possibile ecco cosa bisogna sapere (da technet.com)
  1. Prendete familiarità con la situazione che sta per avvenire: guardate bene le schermate originali qui , in modo da riconoscere eventuali falsi imperfetti..
  2. L’aggiornamento verrà fornito solo tramite Windows Update: quindi vi verrà proposta l’installazione alla pari di un normale aggiornamento critico per Windows (quindi installato automaticamente o meno a seconda delle impostazione che avete negli Automatic Updates).
  3. In quanto tale sarà ovviamente firmato digitalmente con un certificato digitale Microsoft: diffidate quindi senza esitazioni di fronte a inviti di installazione con titoli allusivi alla scelta del browser ma che generano un avviso di software non firmato, o di un produttore non riconosciuto.
  4. Vi verrà proposto nella lingua impostata nei Regional Settings, quindi ragionevolmente in italiano: se dovessero creare un malware di questo tipo mi aspetto che ci provino usando prima le lingue più diffuse, quindi diffidate se vi si apre una finestra scritta in una lingua diversa dalla vostra.
  5. La scelta dei browser vi viene proposta solo una volta al primo riavvio del PC dopo aver installato l’aggiornamento del ballot screen: a meno che non abbiate voi stessi esplicitamente rinviato la scelta ad un secondo riavvio, sia che abbiate già espresso la vostra scelta, sia che abbiate chiuso la finestra tramite la X rossa in alto a destra, la pagina di scelta non vi viene più riproposta una seconda volta (e quindi potete diffidare delle eventuali offerte successive estemporanee, che magari appaiono lontano dal riavvio durante la navigazione sul web…).
  6. Di fronte al dubbio, ricordate che la cautela non è mai abbastanza: chiudete la finestra (magari non tramite la X, ma nel modo più sicuro che chiude la finestra attiva senza dover cliccare nulla con il mouse: Alt-F4) ed esprimete la vostra scelta in modo esplicito andando sul sito del produttore preferito (opzione che è sempre stata nelle vostre prerogative).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Facebook Twitter RSS