ADSL FLAT : Attenzione alle fregature!

Connettività: Adsl: attenti alle connessioni continue
Dopo la paura dei "dialers" legati alle numerazioni 709 e 899, nuove "fregature" in vista per chi decide di collegarsi ad Internet con un modem Adsl. Il consumatore, ignaro, si disconnette, spegne anche il computer, ma il modem, quello no, continua tranquillamente a funzionare, all'insaputa ovviamente del navigatore. La conseguenza sono bollette "pesanti", con il collegamento attivo giorno e notte, 24 ore su 24.
La segnalazione arriva dal Codacons, il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell'Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, secondo il quale "le compagnie telefoniche, chissà perché, se ne guardano bene dall'avvisare del traffico anomalo. Il risultato è che prima che il consumatore si accorga del problema passano minimo due mesi, ossia fino a quando non riceve la prima bolletta da infarto. Il caso riguarda tutte le compagnie telefoniche, anche se il maggior numero di segnalazioni è per Wind Infostrada ed il modem Router adsl Aethra (StarBridge)."
Sempre il Codacons segnala infatti che nelle istruzioni, solo a pagina 25 (alla fine del libretto), si possono leggere le caratteristiche del dispositivo: "Il modem Starbridge, dopo la prima configurazione per l'accesso ad Internet, si connette automaticamente nel momento in cui risulti: alimentato mediante l'apposito adattatore di alimentazione; acceso dall'interruttore posto sul retro del modem stesso; collegato alla presa telefonica mediante l'apposito cavetto. Pertanto Wind consiglia di disconnettere il modem Adsl ogni qualvolta si termina una sessione di collegamento ad internet, con la seguente procedura: spegnere il modem Adsl mediante l'apposito interruttore posto sul retro del modem stesso.
E' possibile anche disconnettere il modem tramite il Web browser, facendo click sul bottone Disconnect nella pagina Login Status". Puntuale, la presa di posizione dell'associazione: "Come consiglia? A parte il fatto che nessun consumatore si legge tutto il libretto d'istruzioni e che, quindi, una nota del genere andava messa in prima pagina, poi andava evidenziato il tutto con un 'Attenzione!' scritto a caratteri cubitali. Infine bisognava scrivere in modo molto più semplice e chiaro che il modem funziona anche se il computer è spento e che, quindi, se non si vogliono riceve bollette da incubo, si deve assolutamente (non si consiglia…) spegnere il modem con l'interruttore."
Proprio per questo motivo il Codacons ha quindi deciso di presentare un esposto in merito all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Facebook Twitter RSS